The Visua-list n.2

“When you see a picture he’s taken, you’re stepping into some kind of jagged world that seems like Eggleston World.”

Il mondo di Eggleston è il Mondo di Eggleston, è uguale solo a se stesso, con queste parole l’amico e artista Ed Ruscha cerca di introdurci nell’universo di uno dei fotografi più incredibili al mondo. Un fotografo che dagli anni 60 racconta l’America a colori. E cioè da un’epoca in cui il colore in fotografia era considerato solo qualcosa di volgare ed evitabile. Fra automobili, deserti, distributori di benzina e frammenti di vita quotidiana, in oltre quarant’anni ha insegnato agli americani (e non solo) la bellezza delle cose comuni.
Ritornano le piccole playlist visivo-sonore dove 5 immagini richiamano alla mente altrettante canzoni e, questa volta, protagonisti – come avrete capito – sono gli scatti di William Eggleston.

Buona visione e buon ascolto!

 

1.

william-eggleston-red-ceiling

Big Star – “You Get What You Deserve” (1974)

I Big Star di Alex Chilton sono di Memphis come William Eggleston e sulla copertina di uno dei loro album più noti, “Radio City”, appare una foto scattata da lui. Ma non solo, Eggleston era un amico di famiglia dei Chilton e la leggenda vuole che una volta abbia somministrato del peyote al piccolo Alex di dodici anni. Il pezzo che andiamo ad ascoltare è tratto proprio da “Radio City”.

 

2.

WilliamEggleston28

Jimmy Reed – “Bright Lights, Big City” (1961)

Coverizzata da Dylan, Neil Young, Rolling Stones (solo per citarne ancuni – ma anche gli Half Japanese ne hanno fatto una loro versione sghemba) “Bright Lights, Big City” è un classico del blues e ‘brillanti lucine cittadine’ sono anche quelle fotografate qui da Eggleston.

 

3.

eggleston-untitled-n-d-women-with-hair

Nirvana – “Hairspray Queen” (1988)

“Hairspray Queen” è uno dei primi pezzi dei Nirvana. Pare che Kurt Cobain si fosse poi pentito di non aver inserito il brano nella scaletta di “Bleach”. Per quanto riguarda il testo, come sempre, è abbastanza difficile capire a chi Kurt si riferisse di preciso, ma anche questa signora immortalata da Eggleston è senza dubbio una ‘regina della lacca per capelli’.

 

4.

tricycle_eggleston

 Al Bowlly with Ray Noble & His Orchestra – Midnight, the Stars and You (1934)

Qual è uno dei tricicli più famosi di sempre? Ma quello del piccolo Danny di “Shining“, naturalmente. E allora andiamoci ad ascoltare la canzone che meravigliosamente accompagna il film verso il suo epilogo…

 

5.

william eggleston-primal scream

Primal Scream – “Country Girl” (2006)

La foto della ragazza dai capelli rossi sdraiata sull’erba appare nel 2006 sulla copertina di questo singolo dei Primal Scream, ma poco prima era stata anche scelta per la copertina di “The Accidental” (in italiano “Voci fuori campo”), il romanzo di Ali Smith.
Chi è questa misteriosa ragazza che appare in più lavori di Eggleston? Sembra si tratti di Marcia Hare, fidanzatina del tempo e musa del fotografo. Altro divertente aneddoto riguarda il titolo di questo scatto del 1975: ufficialmente la foto si chiamerebbe “Senza titolo”, ma pare che Eggleston si riferisca ad essa come a ‘Marcia whacked out on Quaaludes’, Marcia strafatta di Quaalude.

—–

1. Big Star – “You Get What You Deserve” (1974)
2. Jimmy Reed – “Bright Lights, Big City” (1961)
3. Nirvana – “Hairspray Queen” (1988)
4. Al Bowlly with Ray Noble & His Orchestra – Midnight, the Stars and You (1934)
5. Primal Scream – “Country Girl” (2006)

—–

P.s. Big Star e Primal Scream non sono gli unici musicisti che hanno messo degli scatti di Eggleston sulle copertine dei loro dischi. Qui ne trovate altri esempi.